Confettura di albicocche

di Salvatore Gulizia

Marmellate o confetture… volendo  possiamo chiamarle come preferiamo, ma se sono preparate per la vendita, in base ad una normativa europea, con il nome di marmellate, possono essere denominate solo quelle fatte con gli agrumi. Tutte le altre, a base di frutta od  ortaggi dovranno essere etichettate come confetture.

Questo è il periodo adatto per preparare quelle di albicocche:  i frutti sono maturi al punto giusto ed il prezzo è molto contenuto. Una volta fatta sarà ottima per la colazione, per la merenda o per farcire torte e biscotti. Non vi sono particolari difficoltà nella preparazione, importante è utilizzare utensili puliti ed i  barattoli con i rispettivi tappi ben sterilizzati.

Lavate 1,2 Kg. di albicocche, denoccionatele, tagliatele in quattro e ponetele in un recipiente; aggiungete 300 gr. di zucchero, il succo di mezzo lime e 2 cm. di zenzero tagliato a pezzettini (se lo preferite), mescolate bene e dopo aver coperto il recipiente, ponetelo in frigo per circa 1 ora.

Nel frattempo sterilizzate i vasetti  ed i tappi ponendoli, dopo averli lavati, in una pentola dal fondo spesso, copriteli con  acqua e portate ad ebollizione a fuoco vivace e dopo aver abbassato la fiamma, lasciate sobbollire  per 30’.

Togliete dalla pentola i barattoli con una pinza e poneteli rovesciati su un panno da cucina pulito. Volendo si possono utilizzare i tappi messi in commercio già sterilizzati.

Ora siamo pronti a trasferire le albicocche in una casseruola dal fondo spesso: portate ad ebollizione a fuoco vivace e proseguite la cottura per 30- 40 minuti a fuoco moderato, mescolando di tanto in tanto. Per ottenere una confettura più cremosa potete utilizzare il frullatore.

Per  la  giusta consistenza, ponete una goccia di confettura su un piatto  inclinato e se la goccia resta ferma è il momento di spegnere e riempire i barattoli fino ad un centimetro dal bordo con il prodotto ancora bollente.

Pulite il bordo con un panno pulito, mettete i coperchi, capovolgete i vasetti e teneteli in questa posizione per almeno due ore. Dopo averli etichettati conservateli in dispensa al massimo per 4-6 mesi. Circa 160 calorie per 100 gr.

Una Risposta

  1. Grazie, Andrea, delle tue “dritte” culinarie! Noi, la marmellata di albicocche, l’abbiamo già fatta un mese fa con le albicocche super biologiche della nostra campagna, e ti posso garantire che abbinata al biancomangiare è una vera prelibatezza! Come hai trovato l’aglio di quest’anno?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.839 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: