Autori

Andrea Graziano :Nasce a Catania nel 76 e fin da piccolo dimostra grande amore per la Pizza e per il cibo in genere, della sua passione infantile ne fa’ un lavoro che lo porta ad essere ristoratore per professione, cuoco per passione, mangiatore per esigenza, un’esigenza dilagante di sapere e di conoscere i sapori ed i gusti di tutto ciò’ che di buono si possa assaggiare; “Innanzitutto, i motivi che mi hanno spinto ad aprire questo diario sono di carattere personale, per soddisfare la mia esigenza di catalogare e conservare foto ed esperienze, spunti e novita’, raccolte ai tavoli dei ristoranti piu’ prestigiosi, ma anche esperienze di cibo e di viaggio, di gioco e di lavoro, nei luoghi piu’ disparati, da nord a sud, in Italia ed all’estero.L’idea del blog, si prefigge inoltre l’obbiettivo di informare chi, fra giornalisti, appassionati ed amici, mi stimano e mi seguono nel mio percorso di scoperta e di valorizzazione del territorio. Non e’ una guida, non giro per ristoranti per analizzare o votare piatti e chef, non ne ho la competenza e quantomeno la voglia.I post di questo diario vogliono semplicemente trasmettere delle emozioni, e magari dare dei consigli su un posto da visitare da provare  oppure ancora un prodotto da assaggiare, una tecnica da scoprire.Tutto quello che si trova in questo contenitore e’ per chi, come me, considera il cibo non una fonte di sostentamento ma un rito, un mondo, fatto di passioni e sacrifici, fatto di persone e di natura, e soprattutto fatto di piaceri e godimenti da condividere con le persone che si amano

 

 

 

Cristina Barbera, sono nata nel 1975 non sotto il segno dei pesci, ma del toro. Sono cresciuta in una famiglia, nella quale la cultura della buona tavola ha sempre fatto da padrona, le mie nonne, mia madre, mia sorella, le mie zie, tutte le donne di casa insomma hanno sempre dedicato alla preparazione dei cibi, anche quelli più semplici, mille attenzioni rendendo la consumazione dei pasti principali quasi un rito sacro… in mezzo a tanta devozione, la mia predisposizione nei confronti della cucina è strettamente collegata alla consumazione delle pietanze… preparate dagli altri! Oltre a ciò, nel tempo ho approfondito anche altri interessi, quello per il buon vino, per la lettura, per la corsa, per l’informatica, per la buona musica e per tanto altro ancora… Da grande avrei voluto fare la ballerina, proprio come Heather Parisi, ma, dovendo scegliere, mi sono laureata in lettere classiche e dopo aver capito che la pubblica amministrazione non mi avrebbe dato mai da vivere, ho deciso di trasformare la mia altra grande passione, quella per la scrittura, nel mio lavoro.

Da un po’ di tempo faccio la giornalista pubblicista occupandomi prevalentemente di ciò che di bello la nostra terra, che amo profondamente, nonostante tutto, riesce a offrirci. Dunque anche il cibo, il vino e la birra artigianale rientrano in questo “contesto” e dato che non mi occupo in prima persona della trasformazione delle materie prime in grandi ed esclusivi piatti, ho preferito dare il mio contributo al diario di Andrea&co. raccontando di coloro che invece lo fanno, in maniera un po’ diversa… prendendo spunto da un antico detto siciliano: “Cu avi cchiù sali conza a minestra”, attraverso le mie “peregrinazioni giornalistiche” e non, “rivelerò” le “prodezze” di chi in questo settore, secondo il mio spassionato (e anche un po’ profano) punto di vista, ha un pizzico di sale in più, quello che serve a fare la differenza, da chi o da cosa, lo scopriremo solo mangiando e bevendo!

I Contributor

Raffaello Maugeri: e’ nato a Catania 35 anni fa’. sembrava destinato ad una professione legale ma conclusi gli studi di legge, ha seguito una delle sue pericolose passioni….la politica internazionale e la diplomazia, scelta fallimentare ma preziosa per avber lasciato tracce nella frequentazione della lingua inglese e francese in molte disordinate letture dei classicidi economia e politica internazionale. Dalle stelle alle stalle il seguito! e’ finito all guida dell’azienda agricola di famiglia e della produzione di formaggi pecorini bio a latte crudo (Casalgismondo) esattamente l’opposto di ciò’ che faceva prima, e quindi la scoperta di un mondo complicato ma intrigante. Nel frattempo il gusto per le cose belle e buone lo ha sempre perseguitato: e’ diventato sommelier A.I.S. , degustatore ufficiale e relatore ai corsi sui vini francesi, altra grande passione, degustatore di formaggi (ONAF), fumatore di sigari cubani e non, adora viaggiare, anche per provare un nuovo ristorante e pensa che il cibo sia un piacere piuttosto che un dovere, un dovere e’ la difesa delle produzioni artigianali che faticano a trovare un posto nel mondodi oggi. Pensa che lo stile, a tavolacome nella vitasia (quasi) tutto.

Andrea Provvidenza:  “Annata 1981”. Avvocato per professione, sommelier (FISAR) per passione, “rompi scatole”… per natura (solo se c’è di mezzo il cibo).Catanese di nascita ma cresciuto in campagna; tra i campi ho imparato a conoscere e rispettare i ritmi della natura ed i cicli di produzione delle piante, presenziando fin da piccolo alle attività svolte nelle proprietà di famiglia.Probabilmente ho sviluppato la passione per la buona tavola ed il vino quando da bambino mi sono trasferito con i genitori due anni in Toscana; oltre a seguire i miei tra ristoranti  non resistevo alla tentazione di insinuarmi furtivamente nella cantina di un noto istituto agrario della zona. Potevo stare ore a guardare la gente lavorare, ebbro (forse è proprio il caso di dirlo) dell’odore che si sprigionava in quel posto. Uscito dalla cantina c’era una sola cosa da fare: andare a cercar cibo….e vi assicuro che in un piccolo borgo ogni anziana signora, ogni madre di famiglia è ben disposta a nutrire un bambino affamato!In altri termini, svolgevo attività di degustazione “ante litteram” già allora; evidentemente quell’imprinting riverbera i propri effetti ancor oggi nella ricerca del buon cibo e del buon bere in ogni possibile luogo: elegante o no…l’importante è che si mangi (e beva) bene e che il servizio sia comunque improntato al rispetto del cliente.

Carmelo Floreno: Avvocato amministrativista nella vita di ogni giorno, da sempre appassionato e curioso di tutto ciò che concerne il mondo del cibo, da quello di strada a quello più sofisticato dei ristoranti stellati. Contravvenendo alle implorazioni del mio fegato, negli ultimi anni, alla passione per il buon cibo ho accompagnato quella per il “bere bene”,

fino a conseguire il diploma di Sommelier FISAR. Fin dal primo approccio – contraddistinto da una certa dose di sano scetticismo – la mia attenzione si è incentrata sui luoghi comuni e sugli eccessi

(altrimenti noti come “polpette”) che ammantano questo variegato universo, allo scopo di apprezzarne l’indiscutibile fascino, ma anche di metterne in luce le eventuali contraddizioni

Vittorio Basile: Sono abituato a scrivere per lavoro, ma poche volte ho avuto così tante difficoltà a buttare giù poche righe come in questo caso per la redazione di un “mio” profilo.

In realtà è la prima volta che provo a fare qualcosa che sia una descrizione di me, d’altro canto non è per caso che sono riuscito a tenermi sempre alla larga da qualunque forma di social network. Solo due cose potevano spingermi ad una collaborazione ad un blog: l’incredibile capacità di coinvolgimento di Andrea Graziano e il cibo, inteso nella sua accezione più ampia.Sono un avvocato penalista di 34 anni (gli avvocati non mancano di certo in questo blog) con una grande curiosità per il mondo enogastronomico.Non ho usato il termine passione scientemente, perché per me la passione è qualcosa di bruciante ma inevitabilmente finita nel tempo, mentre la curiosità mi è connaturata e anzi è l’unica qualità che mi riconosco veramente. E non ricordo alcun momento della mia vita cosciente in cui io non abbia avuto, spesso mio malgrado, una grande curiosità per il cibo. Solo più recentemente mi sono avvicinato al vino.La curiosità per il cibo e, adesso, per il vino  riesce a smuovermi dalla mia altrettanto connaturata pigrizia, tanto da non aver saputo resistere alla tentazione di essere coinvolto in questo blog, spinto dalla volontà di dare una nuova dimensione, meno disordinata, alla continua ricerca di quel momento perfetto che solo il piacere del buon cibo, del buon vino e della buona compagnia mi riescono a dare.

Salvo Gulizia: Nato a Catania “tanti” anni addietro, biologo igienista di professione è stato pubblicista , scriveva di Ambiente e da giovane ha fatto il fotografo per le agenzie. Questa passione lo ha fatto emigrare al Nord per  lavorare nel mondo della moda e della pubblicità, ma poi la ricerca ha avuto il sopravvento e lo ha portato a studiare all’estero; tutto questo, come dice Salvo,  avveniva nell’altra vita. E’ amante della sana cucina tradizionale e di tutto il cibo che gli fa ricordare gli odori ed i sapori che lo hanno accompagnato durante  la giovinezza ed è di questo che gli piace scrivere, non solo con la penna ma anche con le immagini. Altri amori sono il vino, ma quello  buono, la grappa con la G maiuscola ed i sigari Toscano, preferibilmente “Soldati” che fuma di tanto in tanto.

Per curiosità ha fatto un corso itinerante di “degustatore di vino”, durato tre lunghi mesi e conclusosi con un esame, fortunatamente  andato bene e  sempre per curiosità  ha comprato tanti libri per capirne un po’ di cucina. Gli piace stare ai fornelli e da autodidatta, dopo tante letture, ha imparato, così  gli piace credere, a combinare gli ingredienti,  che  poi  propina ai figli.

Gioca  con le spezie, coltiva, in vaso, piante aromatiche ed è fissato con le confetture, la sua preferita  è quella a base di zucca gialla e zenzero.

Di lui gli amici dicono che è uno a cui piace stare in compagnia, scherzare e divertirsi. Mah!… , c’è sempre un  Mah!… Un po’…. assai …camurriusu.

 

9 Risposte

  1. ciaoooo!!!!
    da poco libera dal lavoro…
    FACCIO TORTE MERAVIGLIOSE…E SOPRATUTTO BUUUOOONEEE!!!

    VORREI ESSERE INTERVISTATA…
    PER L’INAUGURAZIONE DI “CHEFS COQUETTES”
    TRE CHEF A DOMICILIO….
    UNA CANTA, L’ALTRA SUONA.. L’ALTRA SPARA LA PISTOLA…
    AHAHAHA…

    BACI…
    MARIA CLARA OCERA

  2. scusate avrei bisogno della mail di andrea graziano

  3. Vorrei sapere se la serata Sorriso Siculo si svolge tutti gli anni o no. Sto pensando di fare una tesi sull’evento.

    • Giusy è stato un evento nato per sottolineare la riscoperta delbrio siciliano…ma chissà he non diventi il cappello di altre iniziative legate alle eccellenze siciliane. … Il tuo è un suggerimento!!!

  4. Ciao, avete qualche fornello da consigliare a Caltagirone. Grazie

  5. ciao e complimenti, un suggerimento: fai un video sulle tue ricette (anche con le foto) e caricalo gratis su http://beyourface.com. Beyourface nasce per dar luce a capacità e talento in molti campi, anche nella cucina! A breve potresti essere visto e contattato da chi è interessato alle tue doti per offrirti opportunità di lavoro/collaborazione! Un saluto :-)

  6. Ciao a tutti,

    sapete di corsi per cucina a catania?
    Grazie mille
    S-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.839 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: