Oltre 2000 persone al compleanno di FUD La Sicilia unita per festeggiare i 3 anni di FUD Catania e i 3 mesi di FUD Palermo in contemporanea nelle due città.

12360074_947115395363980_8558190331978064451_nTantissime persone ieri hanno festeggiato insieme in due città in contemporanea il compleanno del locale più innovativo e social della Sicilia. Il format di panini siciliani, da poco raddoppiato a Palermo, si festeggia chiamando a sè tutti i produttori che collaborano al progetto, chef amici e creativi che da tre anni hanno reso possibile il sogno di Andrea Graziano.
Il menu della festa è stato ricco e goloso: la chef Valentina Chiaramonte, creativa cuoca nel suo home restaurant Chez Munita di Palermo ha proposto PorkCiok, una golosa rivisitazione della Impanatigghia, l’antico dolce barocco siciliano a base di carne e cioccolato, con carne di maiale, melanzana, cioccolato 80% dell’Antica Dolceria Bonajuto di Modica e una maionese alla soya.
Lo chef Leonardo Cuscona del ristorante Terra mia di Solicchiata ha preparato un Panino con pane al nero di seppia, ricotta, pomodoro e pistacchi. Lo chef Dario Di Liberto, del ristorante Il Tocco – sicilian ways di Ragusa, presenta per il terzo anno consecutivo il Suitt Crismass, panettone artigianale di FUD prodotto con lievito madre e mandorle di Barrafranca.
Il pizzaiolo di FUD Catania Danuska ha proposto una focaccia con zucca stufata, funghi di Ferla trifolati e salame sant’Angelo. L’Antica Macelleria Cottone di Palermo ha stupito con un intenso hamburger di agnello siciliano con salsa di yogurt e menta e carpaccio di pera. Lo staff di cucina di Palermo ha presentato due panini nuovi, anteprime assolute del menu 2016: OT FUD, il Panino più piccante di FUD, con pollo, peperoni, chili, paprika, Canestrati al pepe e anelli di cipolla croccanti e il PULL PORK, un Panino a base di maiale marinato nella Birra For Sale del Birrificio Tarì cotto 12 ore a bassa temperatura e servito sfilacciato con la sua salsa.

12390882_947127655362754_4356033207050154560_n
Non sono mancati inoltre degustazioni e assaggi di salumi, formaggi e sfizi: la Porchetta incredibilmente intensa di Nero maialino, il Salmone “Fumo e sale” con sale di Mozia, i salumi di Massimiliano Castro, le mozzarelle di Bubalus, le mandorle di Barrafranca di convicinum, la manna di Giulio Gelardi, le provole delle Madonie di Sandra e Agron Invidiata, le confetture e le gelatine di Terre di Giurfo, le confetture di Agrirape, i biscotti speziati allo zenzero di Mastro Focaccina, le Sfincette di Nonna Ciccia e la Cuccia di Grano di Tumminia dei Mulini del Ponte di Filippo Drago, mentre Tiziana di GrassePiante, ha presentato le nuove piantine di FUD, il tutto organizzato con la supervisione di Elisia Menduni, giornalista e creativa del mondo del food, che di FUD è stata ideatrice insieme ad Andrea Graziano.

12347681_947088615366658_6279173349985332066_n

La serata è stata comunicata in perfetto stile FUD dai ragazzi di Add Design, che hanno monopolizzato l’attenzione dei Social con il racconto live dell’evento.

Brindisi e degustazioni con il Voria, il vino naturale che FUD ha prodotto con Marco Sferlazzo dell’Azienda Porta del Vento, le birre Tarì e il cocktail A19, a base di Amara, il liquore tutto siciliano di arance rosse.
Assaggi e sorsi di una festa che, proprio sulla traiettoria dell’A19 tra Palermo e Catania, itinerario interrotto e ancora oggi di difficile percorrenza, celebra due città e due locali vivaci e pieni di vita.

“Mala Cumpassa” del comune di Catania sulla questione di Via Santa Filomena…si cerca di limitare i danni

foto-16Forse nessuno dei diretti interessati poteva aspettarsi una diffusione così’ “virale” e veloce come quella che ha avuto ieri la notizia della “criticità'” di via Santa Filomena; sinceramente neanche io che conosco la rete ed i suoi meccanismi potevo pensare di raggiungere in poche ore determinati numeri, sto parlando di poco meno di 400000 persone cointeressate ieri tra Facebook, Twitter, Pinterest, Tumbler, Instagram, Linkedin ecc. ecc. come dire, i social Network hanno un po’ spiazzato chi pensava di poter prendere con leggerezza decisioni di una certa importanza senza dover renderne conto. Continua a leggere

Catania e suoi paradossi…Via Santa Filomena, da polo enogastronomico d’eccellenza a “CRITICITA” cittadina

IMG_1004
La via Santa Filomena come si presenta dopo la “cura Politano”

Catania è la città del liotro, metropoli vulcanica che tanto risente della tumultuosità della “muntagna” che imponente domina tutto e tutti dall’alto e che regala spesso spunti tragicomici di riflessione. La stessa vulcanicità spesso influisce nei successi e nei progetti dei “Catanisi veraci” che con la loro creatività tengono alto il buon nome della città. Questo reiventarsi curioso, questa creazione d’idee e progetti nuovi spesso in maniera inversamente proporzionale innesca effetti devastanti nelle menti di chi, si capisce, questa città non la ama affatto. Continua a leggere

L’AperitiVino in Enoteca

di Mariella Ferrara

Sono entrata per la prima volta nell’enoteca Florio di Catania, l’anno scorso, in compagnia di una mia carissima amica. L’atmosfera del negozio del vino e’ gia’ immediatamente rilassante con tutti gli scaffali strapieni di bottiglie dalle mille sfumature e di oggetti che rimandano alle immagini di una bella tavola imbandita con i giusti calici ma soprattutto con i vini giusti.

Continua a leggere

Sotto il Vulcano – Molto più’ sotto….o forse sopra!

Quando si e’ ai piedi della montagna e si guarda da lontano la cima, sembra tutto molto piu’ difficile, la meta sembra inarrivabile e spesso si pensa di abbandonare l’obbiettifo prefisso….sto parlando di quando si e’ ai piedi della montagna…ma quando si parte da …”molto piu’ Sotto”, l’obbiettivo diventa davvero irraggiungibile, tutto in salita….TROPPO in salita; Continua a leggere

StraOrdinario – Una festa fuori da ogni schema!

di Cristina Barbera

“Accattativilli… un euro, un euro!” queste le urla che ieri sera si sentivano nella “piazza” allestita all’interno del cortile della Cantina Barone di Villagrande di Milo durante “StraOrdinario”, l’evento gastronomico dedicato al cibo da strada promosso dal Comune di Milo, dall’azienda Barone di Villagrande e da Caponataweb. Continua a leggere