Lo Sfincione di Baaria

di Salvo Gulizia

Non vi parlo del dolce fritto, farcito di crema o ricotta  e poi cosparso di zucchero , ma di una sorta di focaccia  aperta, tipo pizza, che a Palermo preparavano solo le suore del monastero di San Vito. A vederla non è facile capire quali siano gli ingredienti, si  cominciano a percepire solo dopo aver dato il primo morso, quando comincia a “sciogliersi” in bocca. Continue reading

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 1.837 follower