Massimo Bottura si conferma primo per la guida dell’Espresso 2012

L’Osteria La Francescana di Massimo Bottura si conferma in testa alla guida I Ristoranti d’Italia 2012 de L’Espresso, confermando il giudizio di 19,75/20 che l’anno scorso era stato per la prima volta assegnato a un ristorante. Dietro ancora Vissani e Le Calandre (famiglia Alajmo). Sale Heinz Beck
 
Massimo Bottura (nella foto), con la Francescana di Modena, si conferma re assoluto della cucina italiana, conquistando per il secondo anno consecutivo il punteggio di 19,75/20 (il più alto di sempre) della guida “I ristoranti d’Italia 2012” de “L’Espresso”, presentata al Mercato Centrale di Firenze. È ancora lui, dunque, il leader della “pattuglia” dei “Tre Cappelli” (ristoranti con un punteggio di almeno 18/20) che crescono sul 2011, con ben 5 eccellenze i più per un totale di 21.

Dietro Bottura, con il punteggio di 19,5/20, si confermano Vissani di Baschi e Le Calandre (famiglia Alajmo) di Rubano, a cui si aggiunge, però, la Pergola del Rome Cavalieri Hilton di Heinz Beck che sale di mezzo punto rispetto all’edizione 2011.

ra le Regioni, la Lombardia si conferma prima come numero di ristoranti di qualità (ovvero con almeno “un cappello”) con 49 (due in meno del 2011), e si confermano in crescita il Piemonte con 34 e la Campania con 30. Seguono, praticamente affiancate, l’ Emilia Romagna e il Lazio e, più staccate, Toscana e Veneto.

Ma tra i “Tre Cappelli”, appena dietro ai “fantastici 4”, a 19/20 ci sono Uliassi di Senigallia, e sale il Piazza Duomo di Alba (chef Enrico Crippa), che è anche “ Premio Tenimenti Angelini per il Pranzo dell’ Anno”. A 18,5/20 il Combal.Zero di Rivoli Torinese di Davide Scabin, Cracco di Milano, Dal Pescatore di Canneto sull’Oglio (Santini), Enoteca Pinchiorri di Firenze, Reale di Castel di Sangro, Villa Crespi di Orta San Giulio, e il Canto dell’Hotel Certosa di Maggiano, a Siena. A 18/20 5 “new entry”, l’Antica Corona Reale di Cervere, la Madonnina del Pescatore di Senigallia, La Peca di Lonigo, l’Osteria del Povero Diavolo di Torriana, e il Trussardi alla Scala di Milano, che raggiungono La Madia di Licata, Duomo di Ragusa, e Torre del Saracino di Vico Equense.

Il “Giovane dell’anno” è il 28enne Francesco Sposìto della “Taverna Estia” di Brusciano, già premiato con 17 punti e relativi “Due Cappelli”. Tra la truppa di 7 chef segnalati come i grandi di domani ci sono Gian Michele Galliano, Andrea Aprea del Park Hyatt a Milano, Damiano Donati,  Giuseppe Mancino, Paolo Gatta, Arcangelo Tinari e Sergio Preziosa.

Il Premio “Novità dell’anno” per il 2012 va al Gran Caffè e Ristorante Quadri di Venezia (la gestione è della famiglia Alajmo) riaperto al pubblico dopo una ristrutturazione che ne rispetta appieno la storia plurisecolare. I “Piatti migliori dell’anno”, sono tutti e tre primi piatti: il “Carnaroli pomodoro e basilico” di Christian Costardi dell’Hotel Cinzia a Vercelli (16 punti sulla guida) la “Lasagna partenopea” di Antonio Mellino e lo “Spaghetto olio, limone, caviale, crema di cozze” di Antonino Cannavacciuolo, piatto che è valso allo chef di “Villa Crespi” a Orta San Giulio (18,5 punti nella guida 2012) il premio De Cecco per la pasta dell’anno.(fonte Italia a Tavola.net)

Ecco tutti i Tre Cappelli 2012

 

RISTORANTE

PUNTI

VAR.

Osteria La Francescana – Modena
Massimo Bottura

19,75

=

La Pergola – Hotel Hilton – Roma
Heinz Beck
 19,5  +0,5
Le Calandre – Rubano (Pd)
Massimiliano Alajmo

19,5

=

Vissani – Baschi (Tr)
Gianfranco Vissani

19,5

=

Piazza Duomo – Alba (Cn)
Enrico Crippa

19

+0,5

Uliassi – Senigallia (An)
Mauro Uliassi

19

=

Hotel Certosa di Maggiano – Il Canto – Siena
Paolo Lopriore
 18,5  +0,5
Combal.Zero – Rivoli (To)
Davide Scabin

18,5

=

Cracco – Milano
Carlo Cracco

18,5

=

Dal Pescatore – Canneto sull’Oglio (Mn)
Nadia Santini

18,5

=

Enoteca Pinchiorri – Firenze
Annie Feolde

18,5

=

Reale – Castel di Sangro (Aq)
Niko Romito

18,5

=

Villa Crespi – Orta San Giulio (No)
Antonino Cannavacciuolo

18,5

=

Osteria del Povero Diavolo – Torriana (Rn)
Pier Giorgio Parini

18

+1

Trussardi Alla Scala – Milano
Andrea Berton

18

+0,5

Antica Corona Reale Da Renzo – Cervere (Cn)
Gian Piero Vivalda

18

+0,5

Madonnina del Pescatore – Senigallia (An)
Moreno Cedroni

18

+0,5

La Peca – Lonigo (Vi)
Pierluigi Portinari

18

+0,5

Torre del Saracino – Vico Equense (Na)
Gennaro Esposito

18

=

Duomo – Ragusa
Ciccio Sultano

18

=

La Madia – Licata (Ag) 
Pino Cuttaia

18

=

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...