” C’era una volta, in un paese lontano lontano … “

   

Di Giuliana DM

Il cibo è narratore della storia delle terre da dove provengono gli ingredienti, della storia di chi lo prepara, della storia di chi lo presenta, e della storia di chi lo serve.

Lo deve aver pensato anche Boguslaw Sliwinski, artigiano/designer polacco, che sul piatto stampa  un mezzo di locomozione, si, una chiatta, un muletto, un tir o una gru attraverso i quali  anche gli ingredienti  più semplici diventano i soggetti di una storia che arriva da lontano, appunto.

   

Non pensate sia un’idea decisamente carina con la quale invitare gentilmente  i pargoli ad accettare quei benedetti cavoletti di Bruxelles che non vogliono mangiare manco morti ma che fanno tanto bene?  o anche, servire una cena a tema, raccontare con piatti e posate una storia giocosa.

   

Esiste anche un servizio di piatti più estroso che potrebbe farvi sbizzarrire nel preparare un piatto personalizzato per ogni vostro commensale, si tratta del profilo di un viso al quale applicare una  capigliatura squisitamente originale.

   

Beh, i suggerimenti non mancano,  non vi resta che ordinare queste chicche di design!

2 thoughts on “” C’era una volta, in un paese lontano lontano … “

  1. Un Benvenuto a Giuliana e come si suol dire…BUONA LA PRIMA…..ottimo inizio per la giovane ed eclettica professionista Catanese che ci racconta il mondo della gastronomia in una chiave diversa ed inusuale, parlandoci di food design ma anche di architettura e stylist

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...