“Mala Cumpassa” del comune di Catania sulla questione di Via Santa Filomena…si cerca di limitare i danni

foto-16Forse nessuno dei diretti interessati poteva aspettarsi una diffusione così’ “virale” e veloce come quella che ha avuto ieri la notizia della “criticità'” di via Santa Filomena; sinceramente neanche io che conosco la rete ed i suoi meccanismi potevo pensare di raggiungere in poche ore determinati numeri, sto parlando di poco meno di 400000 persone cointeressate ieri tra Facebook, Twitter, Pinterest, Tumbler, Instagram, Linkedin ecc. ecc. come dire, i social Network hanno un po’ spiazzato chi pensava di poter prendere con leggerezza decisioni di una certa importanza senza dover renderne conto.

Ed e’ così’ che sul quotidiano La Sicilia di oggi vengono diramate notizie errate sulla vicenda: si parla di autorizzazione sperimentale annuale mentre la mia autorizzazione datata 2010 e rinnovata fino al 31/12/2012 non ha nulla di sperimentale se non il fatto che fu concessa per evitare un altra “mala cumpassa” visto che per ben 8 anni mi era stata rifiutata per problemi di viabilità'(che in una via chiusa al traffico non si capisce quali sarebbero); l’allora assessore al Commercio Dott. Cannizzo convinse la dirigente Dott.ssa  Margherita Cuscuna’ a rilasciare la  concessione per il posizionamento di tavoli e sedie onde evitare appunto una magra figura difficile da giustificare.

Ma evidentemente la Dottoressa in questione ama trovarsi al centro di queste vicende visto che proprio lei ha definito la via Santa Filomena una CRITICITA’.

Non si parla da nessuna parte inoltre de progetto presentato dagli esercenti di Via Santa Filomena il 26 Novembre 2012 dove si offre al Comune la possibilità’ di una riqualificazione totale della via a spese proprie e senza cointeressare le casse comunali già’ gravate di tanti oneri.

Ma il Dott. Roberto Politano evidentemente occupato a risolvere le tante criticità’ di cui e’ responsabile non ha avuto il tempo di attenzionarlo o non lo ha preso in considerazione in quanto forse al comune di Catania le cose aggratis non piacciono.

Non si capisce inoltre leggendo l’articolo perché’ solo i residenti di via Santa Filomena debbano godere della”pausa invernale” per la salvaguardia della loro quiete mentre i residenti di tutto il resto della città’ non possano ricevere lo stesso trattamento, forse chi abita in via Plebiscito, in piazza teatro massimo, alla marina o in via del rotolo ha meno diritti di altri?

A queste domande qualcuno dovrebbe darci una risposta…

In tutta questa storia, comunque vada a finire, nessuno ne uscira’ vincitore, resterà’ solo tanta tanta amarezza.

6 thoughts on ““Mala Cumpassa” del comune di Catania sulla questione di Via Santa Filomena…si cerca di limitare i danni

  1. secondo me il problema è che non vi è lo spazio per quattro o cinque camion di paninari e alcune bancarelle di venditori ambulanti di stoviglie,intimo e paccottaglie varie,se si trovasse lo spazio per questi,via Santa Filomena sarebbe un’isola felice come via del Rotolo!questo vorrebbero i nostri amministratori locali!

  2. Organizziamo una raccolta firme tra tutti i cittadini pensanti di questa città per salvaguardare l’unica via dove i turisti e noi catanesi possiamo passeggiare tranquillamente…e fuoriuscire dallo squallore in cui versa questa città…

  3. frequento spesso via Santa Filomena perchè ne apprezzo la cucina e l’atmosfera. è uno di quei luoghi a Catania ” che non sembra Catania ”
    forse perchè non esiste quell’assembramento di villani sguaiati che affollano il centro cittadino durante certi giorni della settimana. Realmente non capisco perchè il Comune di Catania non sappia nè apprezzare nè valorizzare un piccolo gioiello per il turismo come questa stradina venuta fuori dalla tenacia di un gruppo di imprenditori locali. Ma forse il successo di qualcuno da fastidio ? Senza quei locali Vico Santa Filomena sarebbe abbandonata alla stessa sorte delle tante altre strade limitrofe, dove l’odore di urina è nauseabondo, dove una ragazza come me ha paura di passare da sola, dove le cartacce e la spazzatura sono regine incontrastate dell’arredamento urbano . I residenti si lamentano ? forse preferiscono chiudere i balconi delle loro fatiscenti ,seppur centralissime, abitazioni per evitare che alle loro narici giunga il familiare olezzo della spazzatura o della onnipresente carne di cavallo e dormire sonni tranquilli, ma storcono lo stesso naso se la ragione che li porta a chiudere gli stessi balconi è “lo schiamazzo notturno ” .
    ( tra l’altro, quale? )
    basterebbe semplicemente dare degli orari per esporre i tavolini fuori .
    basterebbe semplicemente ristrutturare quegli immobili degradati del centro e restituirli al nuovo e al bello, farne gallerie d’arte, ostelli..
    oppure basterebbe semplicemente acquistare doppi vetri e ringraziare gli imprenditori del distretto per avere riqualificato il mercato immobiliare della zona, affittare gli appartamenti in questione e ritirarsi al mare o sull’etna..dove c’è una pace…….

  4. Caro Andrea visto che a quanto pare sei ben ascoltato al comune sarebbe gradita una mano a risolvere “la criticità” del borgo di San Giovanni Li cuti, altro polo con grosse potenzialità turistiche che in mano ai Romagnoli per esempio diventerebbe il salotto della città, invece in mano ai soliti “Catanesi” è semplicemente un posto dimenticato dal Signore…. Anche qui abbiamo il tuo stesso problema, il comune non si degna neanche a rispondere alle domande di suolo pubblico fatte gia a novembre quindi ci obbliga a lavorare nell’illegalità perche ritiene che il nostro locale si deve adeguare al nuovo regolamento comunale ???? si parla di regolamento da quando io ho il locale ma nessuno ha mai visto nulla …quindi di adeguarsi a cosa ????
    e sopratutto perche ogni anno bisogna affrontare sempre la stessa storia andare a cercare e chiedere al politico di turno che ci faccia lavorare legalmente mi chiedo se tutto cio’ è giusto ???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...