L’Antica Focacceria San Francesco apre a Milano

focacceria

Dal 20 febbraio scorso, la storica  focacceria Siciliana sara’ presente anche a Milano per far riscoprire i sapori della buona cucina Siciliana Nata nel 1834 dal cuoco di corte dei principi di Cattolica, per piu’ di 100 anni ha rifocillato nobili, intellettuali e personaggi illustri,  tra cui Giuseppe Garibaldi che, con i suoi seguaci , si deliziava a suon di “sfincioni” e Marsala.

Simbolo di una generazione che non si e’ arresa alla mafia ed alla criminalita’, ora,  la storica Focacceria, sbarca con orgoglio anche a Milano. Continua a leggere

Roscioli – Salumeria con Cucina – Roma

roscioli-035

Roma….ore 13:30….da quasi 5 ore sono in attesa dell’aereo per Bologna dove mi attendeva un pullman, destinazione Parma, accademia ALMA…ma L’Alitalia, ha deciso che il delirio doveva scoppiare proprio oggi….sigh…penso alla mia prenotazione di domani sera all’Osteria La Francescana da Bottura….ok, non ce la faccio piu’ ad attendere un aereo che non arriva mai…qui’ ci vuole un’idea….giro di chiamate….disdico tutto e via verso qualcosa che dia uno sprint alla mia giornata….Pranzo da Roscioli! Continua a leggere

Mates – Caltabellotta (Ag)

p1010848

Visitato a Pranzo il 14/11/2008

Nel suggestivo paesino Agrigentino di Caltabellotta, per chi si ricorda i libri di scuola, famoso luogo dove avvenne la pace tra Angioini ed Aragonesi, dando fine alla rivolta dei Vespri Siciliani, passeggiando tra i vicoli, andiamo a far visita a quello che  riteniamo essere un interessante ed originale museo di antiche tradizioni enogastronomiche Siciliane (MATES) nonche’ un affascinante ristorante dove il tempo pare essersi fermato e dove vengono esaltate le tradizioni contadine locali. Continua a leggere

Trattoria Il Barcaiolo – Taormina (Me)

Visitato a cena venerdi’ 22/08/08

Dopo molteplici tentativi, riesco finalmente a bloccare un tavolo per quattro al Barcaiolo; del resto ad Agosto non e’ facile accaparrarsi una prenotazione nelle piccola trattoria in riva al mare.

Alle nove in punto siamo all’Atlantis Bay, storico albergo Taorminese, giusto il tempo di riprenderci dallo spettacolare panorama del golfo Taorminese ed eccoci inboccare la piccola stradina che ci portera’ alla nostra meta. Continua a leggere

Chiosco Pinotxo – Barcellona – Spagna

E’ trascorsa soltanto qualche ora dal nostro atterraggio a Barcellona, e gia’ siamo in giro per le affollate strate della bella citta’; percorrendo la Ramblas, via di artisti di strada, giocolieri e saltimbanchi.
Ad un tratto, eccocci arrivati dinnanzi ad uno dei “fenomeni” gastronomici Barcellonesi, il mercato della Boqueria…e proprio da qui’ che parte il nostro tour.
Ci inoltriamo tra i numerosi banchi, dove fanno bella mostra alimenti di ogni genere disposti con un ordine tale da sembrare quasi maniacale.
Frutta, verdura, spezie e tanto altro ancora, colori e profumi che assieme si fondono, creando un atmosfera che fa si che il cibo vanga assaporato con tutti i sensi.

Girando per le vie del mercato, ci imbattiamo in numerosi chioschi, che preparano da mangiare per i passanti, noi ci dirigiamo a colpo sicuro verso il nostro prescelto, uno dei piu’ importanti e rinomati di tutto il mercato: il chisco Pinotxo.

Circa 15 posti a sedere…sempre pieni….dietro il banco, un simpatico signore col gilet a righe, cerca di tenere a bada i suoi ospiti; dietro ogni persona che mangia, si crea una lunga fila, si puo’ aspettare anche un ora per accaparrarsi uno dei preziosi posti del Pinotxo.

Nell’attesa, ammazziamo il tempo con una vaschetta di frutta, comprata ad un banco vicino, (che bella idea la vaschetta take away con la frutta lavata e tagliata).

Ecco che alle tre in punto del pomeriggio, arriva il nostro turno; finalmente siamo seduti e pronti per una nuova avventura, la fame si fa sentire e decidiamo di non perdere altro tempo.

Il simpatico cameriere che si occupa di noi, ci consiglia di prendere il “cipiron”, un piatto composto da seppioline, accompagnate da fagioli bianchi, olio e prezzemolo, sopra, un filo di aceto balsamico ristretto; sara’ lstata la fame lancinante, o la freschezza del piatto, ma ci e’ sembrato qualcosa di meraviglioso, ottima materia prima ed abbinamento semplice ma indovinato.

Ed ecco il secondo piatto: ceci saltati in padella con cipolla e peperoncino, il tutto finito anche in questo caso con un filo di aceto balsamico.

Non soddisfatta ancora la nostra fame, cerchiamo di vedere cos’e’ rimasto…tutto il pesce ed i bellissimi crostacei che vedevamo passare nei piatti di chi mangiava prima di noi, a quest’ora sono solo un ricordo, sono quasi le tre e mezza e dobbiamo accontentarci di quello che c’e’.; continuiamo quindi con un piatto di patate lesse, ricoperte da una salsa di prezzemolo e aglio, piatto gustoso e ben fatto, anche se un po abbondante di olio e di aglio.

Il tutto lo accompagnamo con uno Chardonnay Spagnolo.

Il tempo di pagare il conto (abbastanza modico) e ci congediamo dal simpatico cameriere per riprendere il nostro giro tra le meraviglie del mercato.

Tra i nostri appunti di viaggio, scriviamo qualche consiglio da dare ai nostri amici, innanzitutto quello di arrivare non troppo tardi magari per le 13, in caso contrario, si rischia di vedersi passare davanti molteplici prelibatezze che poi non si ha la possibilita’ di assaggiare, inoltre se siete degli amanti del pane, sappiate che dopo la prima fetta, tutto il resto vi viene messo in conto, per il resto devo dire che per il nostro tour gastronomico in terra catalana, non potevamo iniziar meglio!