Patate da Amare…le patate non sono tutte uguali…

Riparte il concorso Patate da Amare

che per il 2009 risveglia la fantasia del consumatore

cf47ol82x6gwMilano, 26 febbraio 2009 – Prende il via il concorso Patate da Amare grazie al quale il consumatore sarà chiamato ad inventare una ricetta che abbia come ingrediente principale le patate mettendo così alla prova le sue doti culinarie. L’obiettivo principale di questa azione è quello di sensibilizzare all’acquisto consapevole del prodotto informando sulla vasta gamma e sulle diverse possibilità di utilizzo delle patate.   Continua a leggere

Le Uova di Paolo Parisi

paoloparisi1

Un uovo particolare: pulito da quel gusto di “fresco” che le uova, anche le migliori, hanno.
Diverso soprattutto nel tuorlo, più molle, grasso, leggero, con una struttura proteica fuori dal comune, più lunga, con la capacità di incorporare, se montato, anche tre volte l’aria di un tuorlo qualsiasi.
Infine, ha un leggero gusto “mandorlato“, apprezzabile nel finale degustando il tuorlo crudo o comunque liquido.
Splendido nella sua essenza, è interessante riscontrare la leggerezza che conferisce nelle lavorazioni in cui viene impiegato: zabaione, maionese, creme, ecc.
Anche la pasta fresca risulta più leggera. Continua a leggere

La Cuddrireddra di Delia (Cl)

derby-0031

Cuddrireddra risale al greco kollura (pane biscottato di forma anulare) e in dialetto significa coroncina: e’ quasi impronunciabile per chi non e’ Siciliano.

In Sicilia si producono molti tipi di ciambelle, ma solo a Delia si realizzano cosi’ complicate.

Si narra che la forma a corona, sia nata come omaggio alle castellane che vivevano a Delia durante la guerra dei Vespri Siciliani (1282/1302). Continua a leggere

Il Limone Interdonato

derby-028

L’Interdonato e’ un probabile ibrido naturale tra il cedro e un limone di varieta’ “ariddaru” individuato dal colonnello Giovanni Interdonato che, al termine della carriera nella milizia Garibaldina, decise di dedicarsi ai suoi agrumeti nella valle del Nisi, in provincia di Messina.

Ottenne un frutto profumatissimo medio-grande, dalla buccia giallo-dorata, buono, senza retrogusti amari e a grana molto fine, da cui l’appellativo di frutto fino. Continua a leggere