Ristorante Antico Arco – Roma

anticoarco-001

E’ proprio vero, certe volte le cose non organizzate, sono quelle che risultano meglio!

Per questo di seguito pubblico una serie di scatti, che sono il racconto fotografico di una cena che non era preventivata, in una citta’ in cui non dovevo essere; una piacevole sorpresa che ha cambiato la mia giornata, che sembrava iniziata abbastanza male, trasformandola in un piacevole momento di incontro gastronomico.

 

Grazie all’Alitalia ed alle sue vicissitudini, non riesco ad arrivare a Parma e rimango bloccato a Roma, cosi’, contattati un paio di amici, dopo ore di aereoporto, si va a cena all’Antico Arco. Continua a leggere

Da oggi siamo tutti un po piu’ Slow!

slowfood-020

Lunedi’ 9 marzo, si e’ svolto presso la cantina Barone di Villagrande a Milo, un incontro per sancire l’alleanza tra i cuochi ed i presidi Slow Food; una giornata davvero Slow…e proprio con questa filosofia noi l’abbiamo interpretata; l’appuntamento era per le 10 del mattino, ma giusto per essere coerenti con la nostra mission, a quell’ora eravamo ancora alle prese con colazione, caffe’ sigaretta e via dicendo. Continua a leggere

L’Agnolotto Gobbo di Asti

foto-agnolotto-sito

Non molti studiosi si sono occupati della storia e della realtà odierna dell’agnolotto, trovare notizie non è quindi facile; siamo comunque in grado di offrire a chi è interessato una piccola storia dell’agnolotto. Il nome è diffuso in una non grande parte del Piemonte, di cui è difficile dare confini precisi. Proviamo a dire che verso la Liguria compare il raviolo, verso l’Emilia compare il tortellino e verso la Lombardia semplicemente l’agnolotto scompare, non fa parte della tradizione gastronomica lombarda, per cui quando nella gastronomia lombarda troviamo citato l’agnolotto o il raviolo, siamo molto probabilmente davanti all’ importazione di una buona ricetta con adozione del suo nome originale. Sicuramente non sbagliamo dicendo che il nome agnolotto è da tempo radicato nel torinese, nell’astigiano e nell’alessandrino fino a Ovada, Acqui Terme e Novi Ligure a sud, dove già compare il raviolo. Continua a leggere

Ristorante Dolce Stil Novo alla Reggia – Venaria Reale (To)

n1605842320_30081278_5232

Visitato a cena giovedi’ 23/10/2008

Giornata piena e caotica, la prima del Salone del Gusto, arrivo a Torino in mattinata, traffico e fila per posteggiare al Lingotto, fila per gli accrediti  ed a seguire, quasi sette ore di fiera tra assaggi, saluti agli amici e contatti vari…ovviamente, si e’ fatto tardi, quindi, passaggio veloce in albergo e di corsa al ristorante…naturalmente in ritardo di almeno mezz’ora sulla nostra prenotazione; siamo in tre, con me c’e’ Andrea che mi ha raggiunto da Roma, ed Elisia, ottima compagna di “merende”(si fa per dire, diciamo anche compagna di lunghe ed entusiasmanti cene)

Arriviamo a Venaria, di fronte la Reggia e subito la maestosita’ della struttura ci toglie il fiato. Continua a leggere