Mi… Cibo di Strada.

La strada. Ne abbiamo attraversato di strade, ne abbiamo percorse a tutte le velocità ed a volte anche in controsenso. Dritte e spesso noiose, tortuose ma intriganti, asfaltate o piene di scaffe, trazzere e mulattiere..ognuno ha le sue strade preferite e ognuno ha le strade che bisogna percorrere a senso obbligato. Ognuno di noi ha la sua strada anche nel piacere per il cibo, c’è chi percorre chilometri senza mai soffermarsi troppo, c’è chi fa le soste giuste per apprezzare il viaggio tra profumi e sapori, c’è chi la strada la fa perché la tavola e i fornelli bisogna raggiungerli, afferrarli, cercarli e spesso il cammino diventa entusiasmante e gratificante anche se intricato. La strada è filosofia di vita, di gusto, la puoi percorrere in compagnia o da solo, viaggiare a quattro corsie o tra vicoli stretti dove è anche difficile andare avanti, ma la strada è cibo, un cibo che fa crescere, che arricchisce, che mette alla prova. Continua a leggere

StraOrdinario – I Produttori

“Ma sta canni và mangiati schitta!?” Secondo me no, e allora ecco che fanno il loro ingresso i prodotti più tipici e tradizionali che il territorio siciliano abbia da offrire, e saranno proprio loro a fare da cornice ai vini e ai piatti che verranno presentati al primo appuntamento della ViniMilo: Agrirape; Frantoi Cutrera; Cammarata; Macelleria F.lli Sciuto; Mignemi; Casalgismondo; Alaimo & Strazzeri. Continua a leggere

Da oggi siamo tutti un po piu’ Slow!

slowfood-020

Lunedi’ 9 marzo, si e’ svolto presso la cantina Barone di Villagrande a Milo, un incontro per sancire l’alleanza tra i cuochi ed i presidi Slow Food; una giornata davvero Slow…e proprio con questa filosofia noi l’abbiamo interpretata; l’appuntamento era per le 10 del mattino, ma giusto per essere coerenti con la nostra mission, a quell’ora eravamo ancora alle prese con colazione, caffe’ sigaretta e via dicendo. Continua a leggere

L’Alleanza tra i Cuochi ed i presidi Slow Food

1mtcd4w2p6kbbI cuochi sono stati – a partire da Terra Madre 2006 – gli ambasciatori più preziosi nel divulgare i contenuti dei progetti di Slow Food. 

Il loro ruolo è fondamentale, in particolare, per diffondere il messaggio legato alla salvaguardia della biodiversità agroalimentare.

Slow Food Italia lancerà nel prossimo Aprile un nuovo progetto: la costruzione di un’alleanza tra i 177 Presìdi Slow Food italiani e i cuochi del nostro Paese interessati a dare spazio ai prodotti dei Presìdi – in particolare ai prodotti della propria Regione – e motivati non solo ad utilizzare i prodotti per le loro qualità organolettiche ma anche per il loro valore culturale e per condividere e divulgare il progetto più ampio di salvaguardia della biodiversità.    Continua a leggere